AGRICOLTURA E FLORICOLTURA

AGRICOLTURA E FLORICOLTURA

Settore applicativo dove le zeoliti mostrano tutte le loro poprietà chimico-fisiche (elevata e selettiva CSC, disidratazione reversibile, permeabilità, bassa densità, elevata ritenzione idrica).

La zeolite può essere utilizzata allo stato naturale in associazione con i tradizionali concimi naturali (stallatico, liquami zootecnici) e fertilizzanti di sintesi (sali solubili di azoto, potassio fosforo) o dopo arricchimento (naturale o artificiale) in elementi nutritivi (K,NH4).

L'effetto benefico della zeolite è determinato dalla tipologia del terreno, ma in generale, aumenta con l'aumentare della componente calcarea e silicea.

La quantità, qualità e modalità d'impiego delle zeolititi variano al variare del tipo di coltura e, pertanto, vanno attentamente analizzate caso per caso.

A parità di altre condizioni, l'entità e qualità dei risultati sono tanto più evidenti quanto maggiore è la quantità di scambio e minore il contenuto in Na (elemento dannoso per le colture) della specie zeolitica.

Zeolitite allo stato naturale
Zeolitite arricchita in NH4 e K

Agricoltura


RISO

GRANO

SORGO

SPINACI

BIETOLA

LATTUGA CAPPUCCINA

BASILICO

SEDANO

RAVANELLO

POMODORO

PEPERONE

ZUCCHINO

COCOMERO

MELONE

FRAGOLA

KIWI

TAPPETO ERBOSO


Floricoltura


GERANIO

TAGETES PATULA NANA

IMPATIENS WALLERIANA

GARAOFANO


Torna su